January 27, 2023
Come scegliere un camino? Pro e contro delle varie scelte

Come scegliere un camino? Pro e contro delle varie scelte

Di camini in commercio ce ne sono a iosa e sapersi orientare tra le varie soluzioni proposte sul mercato risulta spesso ardua impresa. Ragion per cui, avere una panoramica chiara in riferimento a come scegliere un caminetto risulta di sicuro vantaggioso. D’altronde, nelle serate invernali, dove la temperatura si irrigidisce, il profumo della legna che arde, un’atmosfera accogliente e il calore emanato dalle fiamme sono davvero sensazioni piacevoli. Un lusso nelle case moderne. Ecco pertanto alcune dritte utili in rapporto a come scegliere un caminetto.

Camino classico a legna

Per gli amanti delle tradizioni, il camino classico a legna e a dir poco il top. La sua resta estetica e il suo impatto visivo sono a dir poco splendidi. Forse, è però superato in termini di comfort e anche per una questione di rispetto ambientale o di manutenzione. Come combustibile, la legna è ampiamente superata. Poi, vi è la questione della fuliggine che si diffonde praticamente dappertutto. Inoltre, tenere le canne fumarie pulite non è propriamente semplice. Anche la tematica attinente allo stoccaggio della legna è spesso sinonimo di stress. Infine, il fuoco va acceso manualmente, anche se in commercio si trovano tutta una serie di combustibili altamente efficienti e inodori.

In definitiva, la componente estetica del classico camino a legna è davvero bella. Tuttavia, non è la scelta migliore per chi ama la praticità.

Camino a gas

Di converso, il camino a gas non è bello a vedersi come quello a legna. Tuttavia, in questo caso, a livello di praticità, non c’è partita. Questo modello si lascia indubbiamente preferire. Inoltre, approfondire le modalità relative a come abbellire un caminetto, ti consente indubbiamente di migliorarne l’impatto visivo. Uno degli accorgimenti maggiormente in voga consiste nel riprodurre il fuoco della legna che arde, ricorrendo alla ceramica che ricrea i ceppi. Altre volte, si opta per dei ciottoli bianchi, davvero belli a vedersi.

L’utilizzo immediato del camino a gas è un pro tutt’altro che indifferente in termini di comfort. L’ambiente domestico si riscalda in tempi brevi. Non occorrono poi lavori complessi in termini di manutenzione e di pulizia. La questione attinente allo stoccaggio dei materiali non si pone minimamente. Degna di menzione è la funzione che consente di telecomandare la fiamma che può essere programmata mediante timer. Fondamentale, infine, è la presenza di una canna fumaria, il cui diametro è decisamente inferiore rispetto ai modelli classici a legna.

Camino a bioetanolo

Il bioetanolo, combustibile impiegato in questa tipologia di caminetto, è un alcol etilico rigorosamente bio, la cui produzione avviene fermentando biomasse come derivati agricoli, colture di vario tipo e cereali. Non si richiede la presenza di una canna fumaria, non essendoci fumi da espellere. Ecco perché questa caratteristica appare convincente tra coloro che cercano soluzioni dove si deve tenere conto della questione attinente all’ottimizzazione degli spazi. Con una fiamma scenografica bella a vedersi, i camini a bioetanolo piacciono a chi ha a cuore le serate all’insegna del romanticismo. Li si può sistemare anche sui mobili. I costi sono minimi, tenendo conto che 1 litro di bioetanolo dura 2 ore e 30 minuti ed è disponibile a 5 euro. Strutture ricettive, come hotel, bed & breakfast, ma anche uffici ospitano spesso un camino a bioetanolo.

Camino a pellet

Si tratta di un’opzione pulita, dove si ricorre a un combustibile al 100% naturale che viene ottenuto lavorando gli scarti del legno. Il potere calorifico è aumentato grazie alla minima percentuale di umidità che fa sì che rispetto alla tradizionale legna da ardere, il pallet duri di più a parità di peso. Ciò favorisce l’ottimizzazione dei consumi energetici e la canalizzazione dell’aria calda: l’ambiente domestico viene riscaldato in modo omogeneo. In quanto a ecosostenibilità, il camino a pellet rappresenta una delle migliori scelte in assoluto anche se in quanto a fascino e a resa estetica forse c’è di meglio.

Conclusioni

A questo punto, avrai di certo le idee più chiare in relazione a come scegliere un caminetto: sia che tu ami il calore della fiamma sia che tu non voglia rinunciare all’atmosfera che solo un focolare riesce a garantire, con queste soluzioni sarai in grado di veder soddisfatte appieno le tue necessità.