January 27, 2023
Come garantire visibilità online alla propria attività di impianti fotovoltaici e risparmio energetico

Come garantire visibilità online alla propria attività di impianti fotovoltaici e risparmio energetico

In un mondo del commercio online che si è rapidamente iperpopolato di offerta e di aziende, complice anche la pandemia che ha forzatamente costretto molte aziende ad affiancare rapidamente un proprio canale e-commerce al tradizionale canale di vendita diretta, è diventato molto difficile emergere e ottenere visibilità.
Spesso, anche se ci si è affidati a quello che si riteneva essere il miglior specialista di creazione siti Web, il posizionamento dell’azienda nelle ricerche di impianti fotovoltaici e risparmio energetico stenta a catturare potenziali clienti attraverso i motori di ricerca.
Molte aziende hanno incrementato moltissimo l’attività sui social network utilizzando servizi, a volte anche assumendo per le aziende più grandi, del miglior consulente di social marketing della zona, senza ottenere un controvalore in termini di visite del sito.
I motori di ricerca web più comuni utilizzano degli algoritmi deterministici e ben noti per ordinare i siti web nei risultati di una ricerca. Lo studio di questi algoritmi ha portato alla definizione di alcune regole per produrre siti con pagine ottimizzate proprio per i motori di ricerca, la search engine optimization o SEO, al fine di migliorare il posizionamento del proprio sito web in funzione della chiave di ricerca come, ad esempio, impianti fotovoltaici e risparmio energetico. Ma la search engine optimization cos’è e come implementarla all’interno del proprio sito? Di seguito sarà descritta la SEO, cos’è e come funziona, e le attività principali da mettere in campo immediatamente sul proprio sito di impianti fotovoltaici.

Quali sono le attività SEO?

Come già anticipato, per SEO (search engine optimization) si intende l’insieme di attività svolte sul sito Web e sul relativo codice per migliorare il posizionamento all’interno dei risultati del motore di ricerca e garantire maggiore traffico verso il proprio sito. Normalmente questo tipo di attività possono essere effettuate sia da chi sviluppa siti web, oppure realizzate successivamente da un SEO specialist che prende quanto già sviluppato e lo ottimizza.
Questa ottimizzazione può essere fatta sia direttamente sulle pagine del sito, in questo caso si parla di ottimizzazione per motori di ricerca on page, ad esempio attraverso l’inserimento di keyword relative ad impianti fotovoltaici e risparmio energetico, sia su fattori esterni al sito come ad esempio il numero e la qualità dei link che rimandano al nostro sito, ed in questo caso si parla di ottimizzazione per motori di ricerca off page. Il risultato di queste attività SEO, congiuntamente ad una eventuale campagna di Advertising (SEA – Search Engine Advertising) sono la base di quello che viene definito SEO marketing e comunemente chiamato SEM (Search Engine Marketing).

Quali sono i due elementi che devi cercare di ottimizzare per migliorare il tuo rendimento in termini di SEO?

Non sempre è necessario ingaggiare il miglior specialista di ottimizzazione motori di ricerca se si vuole migliorare il posizionamento del proprio sito relativo a impianti fotovoltaici e risparmio energetico, ci sono due semplici accorgimenti che possono essere introdotti immediatamente anche da chi non ha profonda conoscenza di linguaggi Web. L’importante è aggiungere i corretti tag HTML nelle pagine con riferimenti alle keyword più importanti relativamente al modo degli impianti fotovoltaici legati al risparmio energetico.
I due elementi principali da ottimizzare per migliorare il tuo rendimento SEO di un sito di impianti fotovoltaici sono:

  • assicurarsi che ogni pagina del sito abbia Title tags e Meta Descriptions accurate e significative. Spesso le persone ritengono che il contenuto della pagina sia più importante dei metadati che la descrivono, invece i motori di ricerca, che devono necessariamente trovare una chiave per sintetizzare e indicizzare le pagine Web, utilizzano tali campi per costruire una classifica di rilevanza del contenuto della pagina rispetto alla ricerca effettuata. Ad esempio per siti di impianti fotovoltaici e risparmio energetico una Title tag per la homepage potrebbe essere “Società specializzata nella realizzazione di impianti fotovoltaici termici o solari e soluzioni di risparmio energetico con incentivi fiscali”.
  • Link building è la seconda parola magica. Molto spesso trascurata da chi sviluppa siti web ma invece di fondamentale importanza per i motori di ricerca, comprende tutte le attività necessarie a generare link da siti esterni, possibilmente con ottima reputazione, verso il nostro sito. Il link building è la versione web del passaparola, più siti puntano verso di voi, maggiore sarà la visibilità per la vostra attività online. Sarebbe quindi opportuno effettuare una campagna di social marketing sulle maggiori piattaforme, su quotidiani online e soprattutto sui forum e siti specializzati in impianti solari e risparmio energetico al fine di inserire articoli dal contenuto tecnico e informativo curato che abbiano link verso il proprio sito al fine di incrementare il ranking.

Qual è la prima fase del processo di ottimizzazione per i motori di ricerca per il tuo sito web?

La prima fase processo di ottimizzazione per i motori di ricerca consiste nella caratterizzazione del business, ovvero nella definizione delle parole chiave e degli argomenti che maggiormente descrivono gli impianti fotovoltaici e il risparmio energetico. Ad esempio semplicemente inserendo “impianti fotovoltaici” su un comune motore di ricerca saranno suggerite le ricerche più comuni effettuate degli utenti come: “impianti fotovoltaici con accumulo”, “impianti fotovoltaici prezzi”, “impianti fotovoltaici vantaggi e svantaggi” e “impianti fotovoltaici da balcone”. A queste andranno aggiunte quelle relative al risparmio energetico come ad esempio: “risparmio energetico casa”, “risparmio energetico solare termico”, “risparmio energia impianto fotovoltaico”, “risparmio energetico incentivi fiscali”. Una volta realizzato un elenco di almeno 20/30 elementi e poi raffinati in funzione di quelli più pertinenti l’attività che si svolge, sarà necessario in seguito, generare articoli informativi e adattare i contenuti del sito e delle proprie pagine per rispecchiare le keyword più ricercate in modo di attirare verso il sito persone che sono alla ricerca di informazioni su questi argomenti. Esistono tool e software anche gratuiti che aiutano in questa operazione ma sicuramente l’aiuto di un esperto SEO potrà garantire un risultato migliore. Questo set di keyword sarà anche eventualmente utilizzato per basare anche la campagna di advertising e l’attività di SEO marketing successiva.