Geotermia, perché il Consiglio regionale non vuole concedere la Via alla centrale PC6?

Geotermia, perché il Consiglio regionale non vuole concedere la Via alla centrale PC6?

L'estensione della concessione Piancastagnaio

Una cosa è chiedere all’azienda di impiegare le migliori tecnologie disponibili, altra augurarsi che un territorio possa abbandonare la propria natura

Greenreport
Luca Aterini
2017-11-09

Dopo la seduta del Consiglio regionale di martedì 7 novembre i consiglieri di Sì – Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti hanno accusato il Pd di essere «il partito del No all’ambiente» per avere – tra l’altro – bocciato una mozione attraverso la quale veniva chiesta «la conversione delle centrali geotermiche climalteranti», ovvero – secondo Sì – quelle presenti sull’Amiata.

Il colpo di scena è arrivato però ieri, dove il Consiglio regionale ha approvato una mozione unanime per impegnare il presidente e la Giunta regionale a “esprimere parere negativo sulla richiesta di Via, da parte di Enel, per la realizzazione di una nuova centrale da 20 MW nel comune di Piancastagnaio, in località Asca”, nonché per “attivarsi nei confronti di Enel affinché vengano applicate le tecnologie di ultima generazione per ridurre le emissioni delle centrali già esistenti”...(continua)

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: