Si prepara una nuova manifestazione in difesa della geotermia, ok all'ipotesi Chiusdino

Si è riunito oggi a Pomarance l’Osservatorio economico dell’Alta Val di Cecina: approvati i punti all’ordine del giorno

greenreport
2019-01-10

Dopo le due manifestazioni che a dicembre 2018 hanno portato in piazza – tra Larderello e Santa Fiora – circa 2.500 cittadini uniti dalla volontà di difendere la geotermia e gli incentivi finora erogati a livello nazionale per la produzione di energia elettrica da questa fonte rinnovabile, si prospetta adesso un terzo appuntamento, che potrebbe essere il primo in territorio senese.

Si è infatti riunito oggi a Pomarance l’Osservatorio economico dell’Alta Val di Cecina, che ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno relativi ai temi geotermici, come dettaglia il movimento di cittadini Geotermia Sì: «1) Lettera al Mise dei sindaci geotermici per chiedere una audizione a tale Ministero; 2) Lettera unitaria alla Regione Toscana dei sindaci geotermici per chiedere entro gennaio l'approvazione della Legge regionale e Protocollo di intesa Enel Regione 3) Richiesta di incontro dei sindaci geotermici ad Enel Green Power per chiarimenti sul piano di investimenti dell'azienda in geotermia. È stata inoltre valutata positivamente la proposta dell'Amministrazione comunale di Chiusdino di organizzare in quel Comune una manifestazione per la geotermia».

Com’era del resto già emerso a Larderello nei mesi scorsi, durante la conferenza stampa organizzata dalla Regione Toscana il 9 novembre scorso in difesa della fonte rinnovabile che maggiormente caratterizza il nostro territorio, quello della «geotermia è un tema fondamentale non solo per l’Alta Val di Cecina – sono state le parole di Luciana Bartaletti, sindaca di Chiusdino (SI) –, ma per tutta la Toscana. Eppure si sentono soprattutto le voci dei comitati contrari, le voci del No. Io credo che serva una voce forte da parte di chi crede nella geotermia, di chi ci lavora e di chi ne vuole una rinascita. Il mio Comune ha San Galgano, e ha conciliato benissimo il turismo con la geotermia: insieme rappresentano sviluppo. Chiusdino in questo momento ha fermato lo spopolamento, per la prima volta siamo tornati ad avere 60 bambini alle elementari. E in tutto questo la geotermia rappresenta un elemento sviluppo, come San Galgano: dobbiamo farci sentire, combattere le bugie sulla geotermia, far sentire la nostra voce».

 

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: