Geotermia, Teleriscaldamento, Toscana: Amiata, nel 2019 teleriscaldamento residenziale per il comune di Piancastagnaio

Geotermia, Teleriscaldamento, Toscana: Amiata, nel 2019 teleriscaldamento residenziale per il comune di Piancastagnaio

Massimo Montemaggi, responsabile Geotermia per EGP e il sindaco di Piancastagnaio, Luigi Vagaggini, mentre firmano la convenzione.

Firmata al Ministero dello Sviluppo Economico la convenzione tra il sindaco Luigi Vagaggini e il responsabile Geotermia di Enel Green Power, Massimo Montemaggi.

GeotermiaNews.it
Redazione
2017-10-27

Oltre a soddisfare più del 30% del fabbisogno regionale di energia elettrica regionale, la geotermia già oggi offre calore utile a teleriscaldare in modo sostenibile ed economico oltre 10mila utenti residenziali nei comuni di Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Montieri, Monterotondo Marittimo, Monteverdi Marittimo, Radicondoli, Santa Fiora, e i lavori stanno per cominciare anche a Chiusdino.

Un “puzzle” tutto toscano fatto di sostenibilità cui si sta per aggiungere un ulteriore tassello localizzato sul Monte Amiata: Piancastagnaio.

È di questi giorni, infatti, la notizia della firma a Roma, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, della convenzione per la realizzazione del teleriscaldamento residenziale nel capoluogo amiatino tra Amministrazione Comunale ed Enel Green Power.

A sottoscrivere l’accordo – alla presenza anche del Direttore Generale del MISE, Franco Terlizzese, del responsabile Enel-Affari Istituzionali Centro Italia, Fabrizio Iaccarino, del vicesindaco e dell’assessore all’ambiente di Piancastagnaio, rispettivamente Enio Rossi e Franco Capocchi - per Enel Green Power è stato il responsabile Geotermia, Massimo Montemaggi, mentre per il Comune era presente il sindaco, Luigi Vagaggini.

E proprio il primo cittadino non ha voluto sottrarsi dall’esprimere la propria soddisfazione.

Si tratta” ha detto “di una giornata storica per i cittadini di Piancastagnaio. La firma di questa convenzione per il teleriscaldamento residenziale, consentirà di realizzare il primo lotto funzionale - che comprende anche gli edifici pubblici (scuole e municipio) - già dal 2019”.

Il sindaco Vagaggini ha rimarcato anche l’importanza del ruolo avuto dalla Regione Toscana – nella persona dell’Assessore all’Ambiente, Federica Fratoni – e di quello degli altri comuni geotermici che hanno consentito l’ottenimento di “un contributo di 2,5 milioni di euro per la realizzazione dell'opera”.

Il teleriscaldamento residenziale, che dovrebbe entrare in funzione per le prime abitazioni già dal 2019, andrà ad aggiungersi all’impianto di teleriscaldamento dell’area industriale e artigianale “La Rota” che fornisce calore alle attività presenti nella zona.

Il risultato atteso sarà quello di portare grandi benefici in termini sia ambientali che economici a tutta la cittadinanza di Piancastagnaio.

Il teleriscaldamento geotermico, infatti – ricordano da Enel – permette di riscaldare gli ambienti domestici e gli esercizi commerciali, nonché di fornire acqua calda, a prezzi molto vantaggiosi, e di evitare l’immissione in atmosfera di CO2 che si verifica con gli impianti di riscaldamento tradizionali.

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: