Geotermia, Scuola: Scuole sicure e super efficienti: Anche Montieri si rifà il look

L’edificio verrà adeguato alle normative antisismiche e sarà dotato di un impianto di teleriscaldamento Più di 500.000 euro l’investimento. Verruzzi: «Puntare sui più giovani è la nostra grande scommessa»

Il Tirreno Online
Giulia Sili
2017-03-15

Sarà una scuola “verde” quella di Montieri: dopo l’inaugurazione della scuola di Boccheggiano avvenuta lo scorso dicembre anche la scuola di Montieri a breve sarà antisismica, multimediale ad impatto zero e quindi pensata per il risparmio energetico.

Per realizzare il progetto è prevista una spesa di oltre 500.000 euro che porterà il Comune di Montieri a un importante traguardo: essere uno dei pochi Comuni della provincia, ma anche della Regione, ad aver adeguato sismicamente la totalità dei proprio edifici scolastici e ad averli efficentati dal punto di vista energetico, rendendoli ad impatto zero. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata una ditta edile di Roma: «Oltre agli adeguamenti strutturali e all’adeguamento alle normative sull’antisismica, si procederà, a lavori terminati previsti entro l’autunno, ad arredare la scuola con le tecnologie più avanzate e con nuovi materiali tali da renderla sempre più confortevole ed all'avanguardia, insomma una scuola 2.0» ha commentato il sindaco Nicola Verruzzi.

Anche per la scuola di Boccheggiano erano stati stanziati 500.000 ero di cui 340.000 finanziati dal progetto “scuole nuove” del Ministero dell’Istruzione, riuscendo in questo modo a consolidare i solai, rifare gli impianti elettrici, arredare un nuovissima aula informatica e dotare la scuola di lavagne interattive multimediali ma anche applicare un “cappotto” all’edificio per ridurre i consumi delle risorse energetiche e fare un nuovo impianto di riscaldamento che prevede l'impiego di combustibile a pellets, il quale garantisce un sostanzioso risparmio annuo di 10.000 o 12.000 euro.

Per il momento il Comune ha stanziato i fondi per l’importante restauro della scuola di Montieri ma sta attendendo l’esito del bando regionale per il finanziamento assegnato per la realizzazione di interventi di prevenzione sismica su edifici pubblici e privati.

La nuova scuola montierina sarà alimentata dall’impianto di teleriscaldamento geotermico che alimenta il borgo di Montieri e rappresenterà la gemella della scuola di Boccheggiano definita dallo stesso Verruzzi «il simbolo della montagna che non vuole arrendersi e che vuole continuare a scommettere sul proprio futuro».

«È stata e continua ad essere una grande scommessa quella di puntare in questi primi due anni di mandato sulla nostra popolazione scolastica e sui nostri edifici pubblici - ha detto Verruzzi - Scommettere sulle scuole significa investire sul futuro e credo che investire in edilizia scolastica antisismica e green sia un atto di enorme sensibilità, responsabilità e lungimiranza per un'amministrazione, anche alla luce degli ultimi accadimenti del centro Italia».

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: