Geotermia, a rischio gli incentivi nazionali (anche) nel decreto FER2

Per l’assessore Fratoni «se fosse confermata la notizia data dall'onorevole Lucia Ciampi sarebbe quanto di più irresponsabile l'esecutivo possa mettere in campo in materia di fonti rinnovabili»

GeotermiaNews
Redazione
2019-02-08

Dopo che il ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha cancellato per la prima volta gli incentivi volti a sostenere l’attività geotermoelettrica dallo schema di decreto FER1, lo scorso novembre il sottosegretario con delega all’Energia – Davide Crippa – rispose alle preoccupate «email pervenute dai cittadini ed operatori del settore, a seguito di ingiustificati allarmismi provocati da alcune Associazioni di categoria e amministrazioni regionali, circa il futuro della geotermia nel nostro Paese», rassicurando i propri interlocutori: «Abbiamo previsto di inserire la geotermia in un altro decreto di prossima emanazione (FER2) sul quale avvieremo un confronto con le Associazioni e gli operatori del settore. Il decreto FER2 permetterà di assicurare una disciplina più organica alla geotermia, promuovendo la qualificazione tecnologica e soprattutto quella ambientale, sotto il profilo dell’abbattimento delle emissioni anche degli impianti esistenti».

Una prospettiva che rischia però adesso, pare, di cadere.

«Il Governo – dichiara infatti la deputata Lucia Ciampi – ha annunciato la volontà di non introdurre nei prossimi decreti legislativi, e quindi anche nel cosiddetto FER2, i finanziamenti per la geotermia a media ed alta entalpia», dando conto della risposta arrivata dal MISE all’interrogazione a risposta immediata in commissione 5-01328.

A seguito della risposta (consultabile integralmente qui), Ciampi parla di «decisione gravissima che, se verrà confermata, rischia di mettere in crisi interi territori, soprattutto in Toscana, la cui economia è basata su questa tipologia di geotermia e che ha fino ad oggi assicurato occupazione di qualità, risparmio energetico e lo sviluppo di numerose piccole e medie imprese in diversificati settori produttivi».

Un allarme condiviso dall’assessore toscano all’Ambiente, Federica Fratoni: «Se fosse confermata la notizia data dall'onorevole Lucia Ciampi, che il Governo ha annunciato la volontà di non introdurre nel FER2 i finanziamenti per la geotermia a media e alta entalpia, sarebbe quanto di più irresponsabile l'esecutivo possa mettere in campo in materia di fonti rinnovabili. Ancora più grave è la beffa – prosegue l'assessore – ai danni di Regione e amministrazioni locali, alle quali era stato assicurato il recupero della partita degli incentivi proprio nel decreto rinnovabili, nonché l'attivazione di un fantomatico tavolo di confronto del quale ad oggi non abbiamo mai avuto alcuna convocazione. L'esecutivo dimostra in questo modo di calpestare i diritti di migliaia di lavoratori, di non dare alcuna importanza al tema dello sviluppo sostenibile e di piegare qualsiasi politica di sviluppo alla mera propaganda elettorale, scellerata e distruttiva».

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: