Dal carbone alla geotermia: come le regioni carbonifere Ue possono difendere clima e lavoro

Entro il 2030 160mila posti di lavoro nel settore potrebbero andare persi: una transizione che è necessario governare, anche grazie alle fonti rinnovabili

Greenreport
Greenreport
2019-01-04

Il progressivo abbandono del carbone per la produzione di energia è essenziale nella lotta contro l’avanzata dei cambiamenti climatici, e per rispettare gli impegni internazionali siglati con l’Accordo di Parigi sul clima; si tratta di un tema particolarmente sensibile per l’Europa, dato che nel Vecchio continente la combustione del carbone è responsabile dell’80% della CO2 prodotta dal settore energetico, nonostante questo combustibile fossile fornisca appena il 15% dell’energia consumata. Un ruolo che dovrà essere presto rimpiazzato dalle fonti rinnovabili, con un’attenzione particolare alle potenzialità (anche occupazionali) offerte dalla geotermia...(continua)

 

Seguici su Newsletter o con i feed RSS: